In ricordo di don Gianantonio Allegri

Nato a Schio (Vicenza) 62 anni fa, classe 1957, don Gianantonio Allegri fu uno dei tre religiosi rapiti in Camerun nel 2014 dai guerriglieri di Boko Haram e rilasciati dopo 52 giorni di prigionia. Rientrato dall’Africa, nel 2015 è stato nominato parroco di Santa Bertilla, a Vicenza, che nel 2016 ha costituito l’unità pastorale Porta Ovest assieme alle parrocchie di San Carlo, San Giuseppe e San Lazzaro. È mancato un anno fa dopo aver lottato contro una malattia incurabile. Questa sera, 29 agosto, alle ore 19:00 nella parrocchia di San Carlo (Via Cristoforo Colombo, 45 Villaggio del Sole – VI) verrà celebrata una Santa Messa in suo suffragio alla presenza dei parenti, degli amici e dei missionari tutti che lo ricordano con infinito e riconoscente affetto.

 

Condividi sui social:

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Per saperne di più sulla gestione dei cookie e sull’uso dei dati personali (GDPR) leggi la nostra informativa privacy & cookie. Potrai revocare il consenso anche in un secondo momento.