Cari amici, 3 aprile 2019

Carissimi amici, in questi ultimi giorni ci consideriamo fortunati perché godiamo di belle giornate di sole che sono per noi una benedizione perché ci liberano dall’incubo della pioggia che entra nelle case e anche perchè permettono a ciascuno di muoversi liberamente e organizzare i suoi piccoli grandi lavori di riabilitazione di quello che è stato danneggiato.

Come avevamo anticipato qualche giorno fa, lo scorso sabato 30 de Marzo, presso una sala della Diocesi, ha avuto luogo un incontro formativo con un consistente gruppo di attivisti della carità. Con questa iniziativa la Diocesi si propone di andare incontro alle famiglie povere che, per causa di questa grande calamità, sono diventate ancora più povere. Gli attivisti sono stati formati su come identificare le famiglie povere, realizzare visite domiciliari con l’obiettivo di compilare una relazione dei danni subiti, distribuire gli aiuti disponibilizzati e a accompagnare le famiglie nella fase seguente della ricostruzione.

Domenica scorsa 31 Marzo, la Caritas diocesana si è recata nella zona di Buzi per fare un primo rilievo delle necessità basiche dopo il passaggio del ciclone Idai e delle inondazioni provocate dal fiume Buzi. Ha colto l’occasione di questo viaggio, fatto in barca perchè la strada ancora non è accessibile, per portare pacchi alimentari che sono stati distribuiti alle famiglie colpite.

La stampa locale (Diário de Moçambique) ci informa che oggi a Beira inizia la campagna di vaccinazione contro il colera, con la durata di una settimana, con l’obbiettivo di prevenire e evitare il diffondersi di questa malattia. Per questo, ieri pomeriggio sono arrivati a Beira circa 900 mila dosi di questo vaccino che sarà somministrato via orale in una sola dose. Per domani è previsto che la campagna si estenda anche alle zone di Dondo, Nhamatanda e Buzi. La campagna é condotta dal Ministero della salute in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della salute, l’UNICEF, Medici senza Frontiere e altri collaboratori nell’area della salute. Ci serviamo di questo mezzo informativo per esprimere la nostra più sincera gratitudine a tutti voi che state dimostrando prossimità e solidarietà verso la Diocesi di Beira e avete dato il vostro generoso aiuto in questo momento di emergenza. Sarebbe nostro desiderio raggiungere tutti e ciascuno per dire personalmente il nostro grazie, ma siamo impossibilitati a farlo perchè non abbiamo il vostro contatto.

Saremmo molto grati se, al momento di fare il deposito bancario della vostra offerta, ci potreste inviare il vostro indirizzo email o il numero WhatsApp a questo email: arquidiocese@diocesebeira.org.

Se qualcuno desidera ancora mostrare la sua solidarietà e aiutarci in questo momento di maggiore difficoltà, ecco le coordinate bancarie dove può versare il suo contributo: c/c intestato a:

Diocesi di Vicenza
c/o Banco BPM – Vicenza
IBAN IT77 M 05034 11806 000000003528
Causale: Progetto ricostruzione ciclone Mozambico

Condividi sui social:

ALLEGATI:

File Dim.
pdf Cari amici 4 - Mons. Claudio Dalla Zuanna 236 KB