Scuola animazione missionaria

Che cos’è?
È un percorso formativo biennale che mira a preparare persone con competenze missionarie specifiche a servizio del territorio e delle comunità cristiane.

A chi si rivolge?
A giovani, giovani-adulti e operatori pastorali che desiderano impegnarsi nell’animazione missionaria della propria comunità cristiana e del territorio.

Quali sono gli obiettivi?

  1. Formare una “nuova generazione” di animatrici e animatori missionari nel nostro territorio per favorire un discernimento evangelico dei “segni dei tempi”;
  2. Creare uno “spazio rigenerativo” per animatori e animatrici già operanti nell’animazione (EG 77), dando così modo e tempo per rimotivarsi e crescere nella sequela a Gesù. Occasione per condividere preoccupazioni e domande profonde che nascono dalla personale e intensa esperienza ecclesiale.

Quale metodo usa?
Innanzitutto, si parte da un metodo deduttivo e partecipativo. Ogni incontro cioè si sviluppa attorno ad una serie di “illuminazioni”, fornite da qualificati relatori a seconda dell’argomento proposto, per poi essere arricchito da scambi e da laboratori di gruppo dove riportare utilmente idee ed esperienze personali. In un secondo momento, si affianca anche la figura di un accompagnatore (tutor) scelto liberamente tra uno dell’equipe SAM della propria diocesi. Il metodo diventa così induttivo e personalizzato. Lo scopo di quest’ultimo passo è di facilitare il confronto e l’apprendimento del corsista, favorendo anche una mutua conoscenza, che ben giova prima di dare inizio a possibili impegni e/o collaborazioni pastorali future nell’animazione missionaria territoriale.

In quali tempi si sviluppa?
La Scuola di Animazione Missionaria (SAM) prevede una serie di otto incontri annuali per un intero ciclo biennale. Alla fine del quale ciascun corsista riceverà un attestato di partecipazione. Le ragioni per questo prolungato ed esigente tempo formativo, si possono sintetizzare in questo modo:

  1. Dare la possibilità agli stessi corsisti di sedimentare e ruminare adeguatamente i contenuti formativi loro proposti;
  2. Verificare la solidità di certe motivazioni iniziali e di alcuni propositi di impegno in animazione, proprio attraverso la costanza e la qualità partecipativa in questa proposta formativa.

Quali requisiti sono richiesti?
Prima di tutto, un impegno formale a frequentare fedelmente la “Scuola di Animazione Missionaria” (SAM) per tutta la durata dei due anni partecipando “possibilmente” a tutti gli appuntamenti previsti, un sabato pomeriggio al mese, dalle 15,00 alle 18,30 e una domenica completa per una “Giornata di spiritualità missionaria”, abitualmente collocata ad inizio Quaresima. In secondo luogo, la disponibilità a lasciarsi coinvolgere direttamente nell’animazione missionaria, già durante i corsi.

N.B.: A ciascun corsista è chiesto un “contributo spese” annuale di 60 euro.

Per info: missioni@vicenza.chiesacattolica.it

ALLEGATI:

File Dim.
pdf Volantino SAM_CMD PD e VI_2019_WEB 383 KB